Crea sito

Il Circuito di Traffico Aeroportuale

Un circuito di traffico aereo è un percorso standard seguito dagli aeromobili quando decollano o atterrano, mantenendo il contatto visivo con l’aeroporto.

CIRCLING TO LAND

In un aeroporto di aviazione generale il circuito di traffico, o TRAFFIC PATTERN, è un percorso standard necessario per il coordinamento del traffico aereo.
I grandi aeroporti non lo permettono a meno che non ci sia notevole  attività di GA. Tuttavia, in alcuni casi può essere utilizzato un certo tipo di circuito aeroportuale, il Circling to Land, ad esempio quando un velivolo è obbligato a fare una riattacata (GO AROUND) per i grossi velivoli in atterraggio strumentale, ma questo può essere molto diverso in forma, maniera e utilizzo dal circuito di traffico standard come utilizzato negli aeroporti di Aviazione Generale.

L’uso di un circuito di traffico sui campi di volo serve a garantirne la sicurezza. Utilizzando un circuito di traffico coerente, i piloti sapranno da dove aspettarsi provenire un altro traffico aereo e potranno vedere ed evitarlo. I piloti che volano sotto regole di volo visivo (VFR) non possono essere separati dal controllo del traffico aereo, pertanto eseguire un circuito di traffico corretto è di vitale importanza per evitare disastri. Negli aeroporti controllati, il controllo del traffico aereo (ATC) può fornire avvisi di traffico per i voli VFR limitatamente alla classe di ATZ con cui lo stesso viene classificato.

I circuiti di traffico possono essere definiti come Standard (Virate a sinistra)  o Non standard (virate a destra) secondo il senso in cui vengono eseguite le virate. Essi sono di solito a sinistra perché la maggior parte dei piccoli aerei sono pilotati dal sedile sinistro (o il pilota senior o pilota ai comandi sta sul sedile sinistro) e quindi il pilota ha una migliore visibilità dal finestrino a sinistra. Sono impostati circuiti a destra per piste parallele, per la riduzione del rumore o a motivo del terreno (come costruzioni, torri, ecc.).  Salvo diversa indicazione esplicita, tutti i circuiti di traffico negli aeroporti non controllati sono a sinistra.
Diagramma del Circuito di Traffico

I Circuiti di traffico possono essere definiti come sinistra o destra secondo il modo in cui vengono eseguite le virate. Essi sono di solito a sinistra perché la maggior parte dei piccoli aerei sono pilotati dal sedile sinistro (o il pilota senior o pilota in comandi sul sedile sinistro) e quindi il pilota ha una migliore visibilità dalla finestra a sinistra. Saranno imposti circuiti a destra per le piste in parallelo, per la riduzione del rumore od a causa del terreno circostante (come terreno, torri, ecc.). . Salvo diversa indicazione esplicita, tutti i modelli di traffico negli aeroporti non controllati sono a sinistra

Poiché la pista attiva è scelta per incontrare il vento dall’angolo più stretto (con i decolli e gli atterraggi in fronte), l’orientamento del circuito dipende anche dalla direzione del vento. I circuiti sono tipicamente rettangolari e includono la pista lungo un lato lungo del rettangolo. Ogni tratto (LEG) del circuito ha un nome particolare

  • Sopravento (Upwind leg).
    Il percorso di volo parallelo e verso la pista di atterraggio. Ciò può essere sopra la pista, come in un passaggio “basso e sopra” o quando si pratica un avvicinamento “mancato”, o quando si controlla il campo prima dell’atterraggio.
  • Traverso (Crosswind leg). Un breve percorso di salita ad angolo retto dopo il decollo dalla pista.
  • Sottovento (Downwind leg). Il percorso di volo parallelo ma nella direzione opposta della pista di atterraggio.  Un aereo che dà un riporto di posizione di “a metà sottovento” può essere facilmente localizzato visivamente.
  • Base (Base leg). Un breve percorso di volo discendente ad angolo retto rispetto all’estremità di avvicinamento sull’estensione della pista di atterraggio.
  • Finale (Final approach). Un percorso di volo in discesa nella direzione di atterraggio lungo la linea estesa della pista dalla gamba di base alla pista. L’ultima sezione dell’approccio finale è a volte definita come breve finale.
  • Partenza (Departure leg), o Salita Iniziale.Il percorso di salita lungo la linea di sentiero estesa che inizia al decollo e continua ad almeno 1/2 miglia oltre l’estremità di partenza della pista e non meno di 300 metri sotto l’altitudine del trafficoI nomi dei bracci sono logici e basati sul vento relativo visto come guardando con la pista rivolta verso il vento. Un velivolo che vola il sopravento ha il vento in coda, al traverso è evidente che incrocia la corrente del vento, al controvento andrà in direzione del vento o con il vento in prua come al decollo.

Mentre molti aeroporti operano un circuito completamente standard, in altri casi verranno adeguati secondo la necessità.

Procedure di Circuito

Gli aeromobili si aspettano di unirsi e di lasciare il circuito, seguendo il circuito in uso. A volte questo sarà a discrezione del pilota, mentre altre volte il pilota sarà diretto dal controllo del traffico aereo.

Convenzioni per l’entrata in circuito

Negli aeroporti controllati, la torre indica tipicamente gli aeromobili di entrare al sottovento, alla base o direttamente nel finale. In Europa, gli aeromobili di solito si uniscono al circuito ad un angolo di 45 ° rispetto all’inizio del sottovento

Negli Stati Uniti, gli aeromobili partono di solito dalla linea diritta lungo la linea di pista, con un giro di 45 ° in direzione (o contro) la gamba del vento incidente, in basso o con una rotazione di 45 ° dal basso. [4]
In Canada, gli aeromobili partono normalmente lungo la pista fino all’altitudine del circuito, a quel punto possono virare a piacimento. Negli aeroporti controllati, la torre tipicamente fornisce istruzioni su quale virata fare alla partenza

C’è anche una procedura nota come “orbita”, dove un velivolo vola a 360 ° in senso orario o antiorario. Questo è di solito per consentire una maggiore separazione con altri traffico in avanti nel circuito. Questo può essere il risultato dell’istruzione di un controllore.

Nel caso in cui due o più piste parallele siano in funzione contemporaneamente, gli aeromobili che operano sulle piste più esterne sono tenuti a eseguire i loro modelli in una direzione che non sarà in conflitto con le altre piste. Pertanto, una pista può funzionare con una direzione del circuito a sinistra e l’altra opererà con una direzione circuito a destra. Ciò consente agli aeromobili di mantenere la massima separazione durante i loro modelli, ma è importante che gli aeromobili non passino oltre la linea centrale della pista quando si uniscono al finale, in modo da evitare collisioni potenziali. Se esistono tre o più piste di parallelo, la pista centrale può essere utilizzata, per ovvie ragioni, solo quando si utilizza un approccio diretto o quando l’aereo si unisce al circuito da una gamba di base molto ampia.

Related posts:

Vai alla barra degli strumenti