VA AirSardinia

Questa VA, ad oggi 23/09/2018, mi risulta sia l’ultima nata in Italia. Una valutazione? Lascio la presentazione alle parole del loro staff.

Cuore allegro il ciel l’aiuta. Già; frase vecchia; si certo, ma direi molto azzeccata!

E’ con questo spirito che è nata Air Sardinia.

Dal cuore di un gruppo di amici che si sono incontrati ed hanno condiviso la passione del volo simulato.

Due di loro, Antonello e Marco, vengono da esperienze di volo reali che ormai fanno parte di un loro passato; assieme a loro Andrea, che ci si è trovato in mezzo più per curiosità che per altro, visto che proviene da attività lavorative che con il volo non hanno nulla in comune.

In seguito, all’allegro gruppo si è unito Ezio, che per passione e non certo per attività lavorativa svolta, aveva già una notevole esperienza nel campo del controllo simulato, svolgendo anche il compito di istruttore sulla piattaforma VATSIM presso la scuola vATO. Ma nasconde anche lui un passato di tutto rispetto. Nei suoi trascorsi c’è un diploma all’Istituto Tecnico Aeronautico di Catania dove è anche stato capace di prendere 2 brevetti di volo di primo e secondo grado e che ha mantenuto fino al 1990 effettuando 75 ore di vero volo.
Per ultimo, al gruppetto dei tre moschettieri (ricordo che erano quattro) se ne è unito un quinto: Tony. Anche lui con un’attività lavorativa che con il volo non ha nulla a che vedere e che, fino alla fine, tentennava se aderire o meno alla nascita di questa VA.
Ma quando ha appurato che il desiderio di libertà che la sua passione richiedeva, era pienamente soddisfatto, non ha perso tempo. Scavando a fondo nel suo passato, abbiamo potuto scoprire che anche lui ha avuto a che fare con il volo vero. Si è saputo che a dodici anni ha fatto alcuni voli in VFR notturno (non ha visto nulla) dalla bicicletta.

Air Sardinia non vuole essere una VA (Compagnia virtuale) come le altre, altrimenti non sarebbe proprio nata.

Vuole essere un modo per riunire appassionati del volo simulato che hanno desiderio di divertirsi senza restare vincolati a promozioni, abilitazioni, ore di volo obbligatorie, corsi ecc ecc; cose che di norma esistono nelle altre VA, le quali cercano di essere il più vicino possibile alla realtà del mondo dell’aviazione senza, ovviamente, da parte nostra, alcuna intenzione di criticarne l’operato.

Ma per divertirsi, visto che si “vola” in un mondo virtuale frequentato da altri piloti e da controllori, bisogna avere almeno quelle nozioni basilari per potersi divertire senza disturbare gli altri. Insomma, un vecchio principio riaffiora: “La vostra libertà è grande, ma finisce dove inizia quella altrui”

La compagnia fornisce degli istruttori che vi permetteranno di volare on-line rispettandone le regole; il tutto seguendo un corso che non sarà pedante, poiché è stato strutturato proprio per farvi divertire fin dal primo decollo. A ragion di quanto detto, il più delle volte il corso verrà effettuato volando con i fondatori della VA o con altri piloti già preparati. In questo modo, si chiacchiera, ci si diverte e, udite udite, si impara anche qualcosa del ‘come volare’.

Cos’altro ci può essere? Semplice: un forum per lo scambio di pareri; oppure per poter stuzzicare i “vecchi della compagnia” per avere informazioni o aiuti di vario genere. Inoltre sarà gradita anche la vostra collaborazione, se lo desiderate, oppure una semplice chiacchierata fra appassionati. Insomma: uno strumento per farvi sentire parte del gruppo AirSardinia

Nel frattempo, c’è già chi sta realizzando le livree ufficiali di compagnia, in modo da potervi “distinguere”, ma ovviamente, proprio per lo spirito di base della VA, non siete costretti ad utilizzarle.

Inoltre, alcuni “adorabili folli” sono a vostra disposizione per realizzare scenari “su misura” in modo da rendere i vostri voli VFR i più reali possibili. Un esempio? Da un grande appassionato di antenne e trasmissioni radio, è stato richiesto lo scenario di Montescuro, monte situato sull’Altopiano Silano in Calabria, provincia di Cosenza, ed è stato subito realizzato; il richiedente ha affermato che è uguale alla realtà.

Stessa cosa dicasi per lo splendido scenario di Maratea, località balneare in Basilicata, provincia di Potenza, con tanto di Cristo Re in scala perfetta.

Un’altro? Sull’Adriatico vi sono molte piattaforme petrolifere che possono fornire al pilota ottime indicazioni per la correzione di rotta. Negli scenari standard, non li trovate, ma uno dei fondatori della VA, è un vero genio nel realizzare praticamente la qualsiasi.

Posso concludere questo articolo in un solo modo, ovvero sottolineando alcune cosucce.

  1. Siamo piloti o controllori virtuali, non possiamo nemmeno pensare di poter condurre un aereo reale o di metterci a dirigere il traffico su un aeroporto.
  2. Non siamo piloti reali ma abbiamo una dose di sapere nettamente superiore al popolo che vola come passeggero.
  3. Pilotiamo i nostri aerei spaparacchiati in poltrona e dobbiamo creare, con la fantasia, le reazioni fisiche che un pilota può utilizzare durante il suo volo reale e questo non è da poco.
  4. Svolazzando virtualmente possiamo illuderci di visitare il mondo, ma ci resta una cosa che virtuale non è, la conoscenza della nostra terra. Con i nostri voli virtuali, giocando, impariamo la geografia, con una semplicità unica.

E per quanto sopra…. buon bicchierino a tutti.
NB: Per i minorenni… buona bibitata!!!

 

Ora che siete arrivati fino a qui posso anche dirvi che i fondatori di Air Sardinia sono gli stessi che da anni curano, con passione, questo sito. Pertanto non possiamo dare delle valutazioni, ho l’idea che potrebbe essere troppo ‘di parte’. 

Ciaooooo

 

Print Friendly, PDF & Email